pinterest
linkedin

Salute e aria pulita in casa: come cambiare l’aria anche in inverno

D’inverno passiamo più ore al chiuso e spesso non ci accorgiamo che l’aria in casa si fa pesante. Vediamo come avere una buona ventilazione anche quando fuori fa freddo.

Importanti ricerche ci dicono che l’aria all’interno degli edifici è fino a cinque volte più inquinata di quella esterna: anidride carbonica, umidità, polvere, sostanze nocive nei mobili e nell’arredamento si accumulano negli ambienti e, senza un frequente ricambio d’aria, rimangono intrappolati all’interno.

Nei mesi invernali, con le giornate corte e il freddo fuori, tendiamo a passare più ore al chiuso. Ora, con lo smart working e la didattica a distanza, passiamo ancora più tempo in casa ed è quindi importante che gli ambienti in cui stiamo siano confortevoli, sani e ben arieggiati.

Aria fresca e salute

La qualità dell’aria che respiriamo ha un impatto sulla nostra salute. Quando l’aria nella stanza è viziata ci sentiamo stanchi, gli occhi si arrossano e la testa si fa pesante. La luce e l’aria fresca sono i due elementi che maggiormente influiscono sulla capacità di concentrazione, soprattutto nei bambini.
In inverno, inoltre, l’aria stantia favorisce la circolazione dei virus influenzali e in questi mesi in particolare, anche del Covid-19.

Un buon ricambio d’aria aiuta quindi a far uscire CO2, sostanze inquinanti e virus, aiutandoci a vivere meglio e a salvaguardare la nostra salute.

Vediamo come arieggiare nel modo migliore, per evitare di disperdere troppo calore e di raffreddare la casa.

Il modo giusto per cambiare l’aria in inverno

Quando fuori fa freddo preferiamo non aprire le finestre per non far abbassare la temperatura all’interno. Ci sono però dei modi per avere aria fresca e pulita e, al tempo stesso, far scendere la temperatura il meno possibile:

• arieggiare nelle ore più calde della giornata, evitando la mattina presto o le ore serali e notturne. In questo modo la temperatura esterna è comunque più alta e anche il livello di umidità dell’aria si abbassa
• aprire molte finestre contemporaneamente, per 5-10 minuti e per 2-4 volte al giorno. Così l’aria fresca entra ma non si abbassa la temperatura dei muri e sarà più facile così far risalire la temperatura degli ambienti in pochi minuti
• arieggiare subito dopo aver fatto la doccia o aver cucinato. Queste attività, infatti, alzano il livello di umidità e rendono l’aria più pesante
• evitare di stendere i panni in casa: l’acqua evapora e si deposita sulle superfici o viaggia nell’aria, rendendola umida e poco respirabile. L’acqua dispersa dai panni favorisce inoltre la formazione di condense e muffa. Se stendi in casa, arieggia più volte al giorno.

Le finestre per tetti VELUX

Le finestre per tetti VELUX sono adatte a tutti i climi, anche a quelli più freddi. In particolare, per aiutarti ad avere sempre aria fresca e pulita in casa potrai:

sfruttare l’aletta di ventilazione: posizionata accanto alla barra di manovra, permette il ricambio dell’aria negli ambienti anche a finestra chiusa. Il filtro all’interno della barra protegge inoltre dall’ingresso di polvere e insetti.
Nella stagione estiva l’aletta si può lasciare sempre aperta per garantire un piccolo ma costante ricambio dell’aria. D’inverno invece è consigliato tenerla chiusa nelle ore più fredde. Lasciandola sempre aperta, infatti, l’aria fredda farà abbassare la temperatura dei muri e della finestra stessa, favorendo la formazione di condensa e la dispersione di calore. Usata nel modo corretto ti permette di ricambiare fino a 84,6 m3 d’aria ogni ora, che corrispondono a quasi due volte il volume d’aria di una camera da letto. Per la sua posizione, inoltre, in caso di pioggia comunque non farà entrare acqua.

usare VELUX Active: con la app VELUX Active puoi dimenticarti di aprire le finestre. Grazie ai suoi sensori ci pensa infatti VELUX Active a monitorare parametri come temperatura, umidità e presenza di CO2 e ad aprire le finestre quando serve. In questo modo avrai sempre aria fresca e pulita, anche quando passi molte ore al giorno fuori casa.

sfruttare l’effetto camino: le finestre per tetti hanno anche un altro beneficio: sono poste a un’altezza superiore rispetto a quelle in parete e permettono di sfruttare la naturale risalita dell’aria più calda. Se le finestre per tetti e le finestre in parete vengono aperte contemporaneamente attivano infatti il cosiddetto effetto camino: l’aria viziata all’interno esce più facilmente dalle finestre più in alto, dandoti così un ricambio completo dell’aria in meno tempo.


Stai ristrutturando il sottotetto e vuoi valutare la soluzione migliore per avere uno spazio luminoso e sano?

Vivi già in mansarda e stai pensando di sostituire le tue vecchie finestre per tetti?

Contatta un consulente VELUX per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.


Leggi altri articoli

Naviga la categoria “SOLUZIONI” e trova quella che fa per te!

facebook pinterest linkedin email